Che il viaggio abbia inizio!

Oggi voglio raccontare una storia molto singolare sperando che possa essere utile a tutte le donne che hanno o stanno vivendo delle esperienze molto simili.

 

Ho affrontato per mesi quello che potrebbe essere considerato un accanimento terapeutico per salvare una relazione che faceva acqua da tutte le parti. Non so perché l’ho fatto, ho paura che ad un certo punto mi sia come “abituata” alle ferite che mi infliggeva, come se, a soli 27 anni, mi fossi rassegnata al fatto che quello fosse l’unico tipo di relazione che potessi avere. E così mese dopo mese mi sono fatta travolgere dalle sue bugie, dalle sue indecisioni, dal suo egocentrismo un po’ malato che non gli permette di considerare nessun’altra persona a parte se stesso. Mese dopo mese finché a lui non è stato più possibile raccontare bugie e a me fingere di non vedere. Il giorno che la sua maschera è caduta, l’ho beccato con la sua ex in un locale a Roma. Ancora adesso alcune domande mi ronzano in mente, mi chiedo il motivo per cui sia arrivato fino a questo punto, mi sento triste e arrabbiata perché mi ha presa solamente in giro per tutto il tempo, mi domando come si faccia a non avere assolutamente rispetto per l’altra persona. So che queste domande non potranno trovare una risposta nell’immediato e certamente non da lui che non fa altro che mentire.

 

Ma quello non era un giorno normale, il 23 Marzo 2016 è successa un’altra cosa importante nella mia vita: ho deciso di lasciare un lavoro che non mi soddisfaceva pienamente. Mi sentivo frustrata e non appagata, ho deciso che io sono “altro” e che meritavo un lavoro più stimolante dove potessi davvero mettere in pratica il mio talento e creatività.

Sono uscita dalla mia comfort zone e ora sono libera di modellare la mia vita. Re-inventarmi è stata da sempre una mia specialità ma questa volta sono un po’ spaventata perché l’incertezza fa paura, sapere che tutto adesso dipende unicamente da me è una bella sfida. Ma tra i tanti strati di paura, insicurezza, a volte rabbia, io colgo qualcosa dentro di me, è una sensazione. E’ la sensazione della parte più autentica di me che a volte si sveglia, a volte è sopita, ma basta un attimo per ritrovarla. Quello che  è davvero difficile è lasciarla fluire, è la possibilità che la sensazione diventi uno stato mentale che permetta di vivere sereni e capaci di affrontare gli avvenimenti della vita con consapevolezza rispetto le proprie potenzialità, senza colpevolizzarsi e soprattutto con coraggio perché “tutto anche l’inaudito, deve sembrarci possibile. E’ in fondo questo l’unico coraggio che ci viene richiesto: avere il coraggio di fronte a quanto di più strano, più singolare e più inesplicabile possiamo incontrare.”

Questa frase l’ho letta per caso qualche giorno fa mentre passeggiavo vicino casa mia. Se davvero la vita pone dei segnali lungo la via per aiutarci a compiere il nostro destino, a me ne sta inviando davvero tanti.

Ho creato questo blog qualche tempo fa. Inizialmente, volevo parlare di moda e femminismo ma mi sono resa conto ben presto che avevo l’esigenza di trattare anche altri argomenti. Credo che adesso Feministyle sia pronta per avere una valenza molto più globale. Il cambiamento, scelto e dettato, si è affermato imponente nella mia vita, ha portato un reset abbastanza significativo e ora sta a me capire i passi da intraprendere. Utilizzerò questo blog come taccuino di viaggio, voglio colorare la mia vita con una carriera figa e un ragazzo degno di questo nome. Il cammino a tratti sarà liscio, a tratti impervio, ma sono determinata a vincere. Lungo la strada spero di conoscere nuove ragazze e ragazzi che come me stanno iniziando una fase nuova della loro vita e con le/i quali condividere storie ed esperienze, incoraggiamenti, consigli ma anche che da questo blog prenda forma una community che si supporti quando le inevitabili seghe mentali tentano di minare il nostro percorso e i momenti di debolezza ci portino a fare dietrofront rispetto ai nostri propositi.

Che ne pensate? Che il viaggio abbia inizio!

freedom

6 thoughts

  1. Ciao WWayne, no non l’ho visto! Però la tua descrizione mi ha fatto venire voglia di farlo subito! Ti sei mai trovato/stai trovando in una situazione simile alla mia per cui devi re-inventare la tua vita?Ti va di scambiarci un po’ di idee a riguardo?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...