Body Shaming: come superarlo prendendo spunto da Mariah Carey e Rihanna!

 

 

51968033 - the italian flag. round glossy icon. isolated on white background.

Considero particolarmente odiosa la questione dei body shamers perchè conferma ancora una volta l’odiosa idea che l’aspetto fisico sia la dimensione principale con la quale le donne debbano confrontarsi. Determinazione, successo, intelligenza valgono poco o di meno rispetto ad una forma fisica smagliante. Gli uomini non ricevono lo stesso trattamento dalla società, forse perchè a loro viene chiesto prima di tutto di essere intelligenti e di successo.

Inoltre, se consideriamo che l’aumento del peso può derivare da tutta una serie di aspetti fisici (ormonali) o da eventi psicologici e sociali (depressione, cambiamenti, routine, stress in primis) e che le donne hanno una massa grassa del 35% rispetto a quella degli uomini che si attesta intorno al 15%, ci rendiamo conto di come la questione del body shaming sia inutile e infondata nella sua sostanza.

Eppure le donne sono i bersagli principali del body shaming. A quante di voi sarà successo di incontrare una persona che non vedevate da tempo e di sentirvi dire “sei ingrassata/dimagrita!“, prima ancora che si preoccupasse di chiedervi come state?

Quando io ero al primo anno di università ad esempio, misi su un po’ di chili. Al ritorno nel mio paese natale la gente che mi incontrava, anche per strada, non perdeva tempo di farmi notare che ero ingrassata. A loro non interessava che fossi a 1000 km dalla casa in cui avevo vissuto per 19 anni, lontano dalla famiglia, che a Padova all’inizio stentassi a farmi degli amici..ecc ecc. Ero ingrassata punto; come se fosse una stigmate che mi si era aperta sulla fronte e che nessuno poteva fare a meno di notare.

Per le donne di successo, la questione del body shaming è ancora più difficile e complicata perchè per il solo fatto di essere famose, ci si aspetta da loro che siano come dei cartoni animati sempre uguali negli anni e immuni a variazioni di peso. L’unica spiegazione socialmente accettabile è la gravidanza e se viene confutata ecco orde di body shamers pronti ad insultare la malcapitata attraverso foto tristi sul prima/dopo, foto che evidenziano le parti più “vistose”, commenti critici ecc ecc.

Esiste un modo per contrastare il body shaming?

Prima di tutto ci terrei a dire che il modo più efficace per non diffondere il body shaming è non esercitarlo. Quindi vi prego e vi supplico, impariamo a voler bene alle persone (donne e uomini) e a non prenderle in giro per il loro aspetto fisico. Ne guadagneremo in termini di qualità dei pensieri, empatia e rapporto autentico con gli altri.
Impariamo inoltre a contrastarlo proprio da quelle donne che se lo devono sorbire, a ondate, ogni santo giorno.

Questa volta la sorte del body shaming è toccata a Rihanna e Mariah Carey.  Sembra che entrambe infatti siano state vittime di attacchi da parte di haters e trolls per via del loro peso ma vorrei che guardaste attentamente queste immagini:

 

 

Che cosa vi esprimono? A me la sicurezza di donne grintose e di talento che hanno imparato ad andare al di là di stupidi giudizi e critiche e splendono nella loro sicurezza e consapevolezza. Sanno chi sono e non sembrano di preoccuparsi molto dei pareri altrui. Addirittura ho letto che nessuno nello staff di Mariah si permette di farle delle obiezioni rispetto al suo peso o ai costumi che vuole portare durante le esibizioni perchè sanno che la risposta della cantante sarebbe il licenziamento.

Impariamo a decostruire le immagini e aspettative sui corpi, ad accogliere diverse tipologie di bellezza relativa ai corpi femminili, a modificare se necessario il nostro concetto di bellezza ed apprezzare le nostre pecualirità e quella degli altri. Sfoderiamo la stessa sicurezza e intelligenza di queste donne nel confrontarci con il mondo che ci vorrebbe diverse da quello che siamo.

Per concludere vorrei lasciarvi con un messaggio che una delle cantanti che adoro scrisse in risposta alle persone che due anni fa la criticarono per il suo aspetto fisico.

 

pink

“Noto che alcuni di voi sono preoccupati per me da quello che leggo nei vostri commenti sul mio peso. Vi riferite alle mie foto scattate durante la serata di beneficenza alla quale ho partecipato per supportare la mia cara amica, la dottoressa Maggie DiNome. Ha ricevuto il Duke Award per il suo instancabile lavoro e contributi stellari per la lotta contro il  cancro. Ma sfortunatamente, il mio peso sembra molto più importante per alcuni di voi. Ammetto che il vestito non sembrava bello come nella foto scattata nella mia cucina, ma ammetto anche di sentirmi veramente bella. Di fatti, mi sento bellissima. Per questo, mie care e pensierose persone, per favore non preoccupatevi per me, io non mi peoccupo di voi :).. Sto assolutamente bene, sono assolutamente felice e il mio corpo sano, voluttuoso, “pazzo” forte sta solo avendo un meritato periodo di riposo. Grazie per le vostre preoccupazioni. Love, cheescake” 

Ecco un modo intelligente, ironico e spontaneo per rispondere al gioco crudele degli haters!

Altre domande? Ecco la risposta!

Body Shaming GIF - Find & Share on GIPHY

 

uk

I particularly hate the “body shaming issue” because it confirms, once again, the idea that physical aspect is the crucial dimension that women must face. Talent, success, determination, intelligence are worth less than a brilliant physical form. Men are not pilloried by the society for their aspect, at least not as much as women. Perhaps because they are mostly asked to be “powerful” “smart” and not beautiful.

Additionally, if we consider that weight gain can derive from a whole range of physical (hormonal) or psychological and social events (depression, change, routine and stress) and that women have a fat mass of 35% compared with that of men standing around 15%, we easily realize how the issue of shaming body is useless and unfounded in its substance.

Unfortunately, women are the main targets of body shaming yet. How many of you have met a person you didn’t see for a long time and hear she/he saying “you have put weight on/ you’re getting slim” before she/he has even worried about asking “how are you?”.

When I was at the first year of college, for example, I went on a bunch of pounds and when I went to my native town, people who met me, even on the street, did not waste time telling me I was fattening. They didn’t mind I was 1000 miles from the house where I lived for 19 years, away from my family and in a city where at the first time, I didn’t get in touch with many friends. I was fattening: as if it was a stigma that opened on my forehead and no one could not help but notice.

For successful women, the issue of body shaming is even more difficult and complicated they are famous and they are expected to be like cartoons always equals over the years and immune to weight variations. The only socially acceptable explanation is pregnancy but if the woman is not, there are a plague of trolls to insult through before/after photos, photos highlighting the body parts “incriminated”, harsh comment etc.

Is there a way to counteract the body shaming?

First of all, I would like to say that the most effective way of not spreading body shaming is not to exercise it. So please and I beg you to learn to love people (women and men) and not tease them for their physical appearance. We will gain in terms of quality of thoughts and, empathy and authentic relationships with others. Moreover, let’s try to fight it directly from those women that have to face it every single day.

This time the fate of body shaming has touched Rihanna and Mariah Carey. It seems that both have been victims of attacks by body shamers and trolls because of their weight, but I would like to look closely at these images:

What do they express? To me the security of talented and strong women who have learned to go beyond stupid judgments and criticism and shine in their self-confidence and awareness. They know well who they are and they do not seem to worry much about opinions of others. I have even read that no one in Mariah’s staff allows to make opinions about their weight or the costumes she wants to wear during their performances because they know that the singer’s response would be dismissal.

I think is crucial for us to learn to deconstruct images and expectations about bodies, to accept different types of beauty related to feminine bodies, to change our beauty concept if necessary, and to appreciate our peculiarities and the ones of others people. Let’s show off the same self-confidence and intelligence of those women in confronting us with a world that would like different from the way we are.

Concluding, I would like to leave you with a message of one of the singer I adore most in response to the people who criticized her two years ago for her physical appearance.

pink

That’s a really smart way to respond at people that want to let us down.

Any more questions? That’s the answer!

Body Shaming GIF - Find & Share on GIPHY

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...