Versace on the floor: un flashback nella moda senza tempo

_VER0037

 

A 20 anni dalla morte di Gianni Versace, la sorella Donatella ci delizia con una stupenda sfilata tenutasi al Museo Triennale di Milano in cui riprende le ispirazioni e le creazioni del fratello che lo resero un’icona della moda del tempo. D’altronde fu proprio il giovane Versace a rendere magica e piena di colori la Milano cupa di allora riempiendola di un’atmosfera vivace e con un pizzico di follia.

Personalmente la trovo una collezione stupenda, guardando le foto ho l’impressione di fare un tuffo nel passato di immagini e colori ma è un flashback che non si riempie di nostalgia perchè i tagli di questi nuovi capi firmati Versace sono attuali anzi attualissimi! Donatella Versace riprende le capsule collection più memorabili del fratello da Butterflies, Warhol, My Friend Elton, Vogue, Icons, Native Americans, Animalia, Baroque, Metal Mesh e Tresor de la Mer reinterpretando forme e silhouette di bluse, giacche squadrate, corsetti, catsuit, trench, over t-shirt, abiti con i drappeggi e tubini eccetto i leggins in stile barocco che mantiene identici a quelli degli anni ’90.

La donne ritornano ad essere quelle raccontate dallo stilista: bellissime nelle loro forme che esibiscono in capi di velluto e di seta o avvolgendosi con stampe greche, barocche, technicolor e animalier. Gianni Versace aveva una forte considerazione per le donne e infatti diceva che “moderno è quello che le donne vogliono, quello che più si addice al loro corpo”. E per questo motivo ne cercava sempre di esaltare la femminilità rispettandone le proporzioni.

_VER0723_VER0478

_VER0177.jpg

La cosa più emozionante sono state però le donne scelte da Donatella per questa sfilata. Sono le stesse che quasi 30 anni fa sfilavano per le passarelle di Versace e che contribuirono a rendere celebre questa casa di moda (ehmn, senza contare il vestito con le spille da balia di Liz Hurley e i tubini di Lady D). D’altro canto, l’atelier Versace ha reso queste donne delle icone. Sto parlando di: Claudia Schiffer, Carla Bruni, Naomi Campbell, Cindy Crawford e Helena Christensen che sfilano prese per mano sotto le note di “Freedom” di George Michael indossando degli abiti con il drappeggio metal-mesh in classico stile Versace. Come dire, la bellezza non ha età e forse in quest’occasione Donatella Versace ne ha dato una prova straordinaria.

versace-supermodels-social-tout

Insomma, una sfilata che racconta di icone senza tempo alle quali non riusciamo a separarci sebbene gli anni passino. In fin dei conti, la moda è anche questo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...